Image Image Image Image Image

Tivrakomal – Il respiro del tempo

Tivrakomal - Luca Russo

 

Dal 2013 ho intrapreso un nuovo viaggio musicale: quello verso l’India e i suoi raga, verso il bansuri.

Un viaggio che era in me da tempo, ma che solo recentemente si è espresso; ma forse è solo e sempre l’unico stesso viaggio, quello della musica, quindi sarebbe più preciso parlare di una nuova direzione all’interno del grande vecchio viaggio.
La prima volta che mi imbattei in una registrazione del grande Maestro Hariprasad Chaurasia rimasi letteralmente a bocca aperta.

Anche se provenivo da un’educazione musicale classica, mi ero sempre guardato intorno ed avevo sempre apprezzato il rock, il pop, la musica folk, quella etnica.
Mi ci ero sempre cimentato con passione, ma avevo sempre avuto la sensazione che la tradizione della musica colta europea fosse materia più grande.
Nonostante ciò c’era sempre qualcosa che mancava al mio palato, non ero mai pienamente soddisfatto.

Quella registrazione di Raga Ahir Bhairav mi catapultò in un tempo senza tempo, migliaia di anni lontano, in una magia, in una leggenda, mi parve che quella musica raccontasse semplicemente tutto, che non ci fosse bisogno di aggiungere nulla, come pochissime altre volte mi era capitato.

Grazie al mezzo più moderno – internet – conobbi Lorenzo, che senza nemmeno sapere chi fossi mi spedì il primo bansuri.
Da quel momento tutto si è messo in moto ed eccomi in cammino verso l’immenso “oceano” dei Raga!