Image Image Image Image Image

Chi Sono

Chi Sono

luca_russo

Luca Russo

Studia inizialmente pianoforte con Marco Aceti, per poi completare la sua formazione musicale principalmente al Conservatorio “G.Verdi” di Milano, studiando flauto traverso (diploma nel 1992) con diversi insegnanti tra cui Silvia Tuja, Gabriele Gallotta, Francesco Maresca e Maurizio Saletti; direzione d’orchestra (diploma nel 2002) con Daniele Agiman; musica corale e direzione di coro con Domenico Zingaro; composizione (diploma nel 2003 con il massimo dei voti) con Elisabetta Brusa, Giuseppe Colardo e Sonia Bo; e didattica della musica (sempre con il massimo dei voti).

Segue i corsi di perfezionamento di Raymond Guiot a Nizza e di Peter-Lukas Graf a Sermoneta e a Biella (ancora il massimo dei voti) e partecipa a diversi concorsi (tra i quali un I° Premio al Concorso Internazionale di Musica di Ispra nel 1994 e un II° Premio al Concorso Internazionale di Composizione “Città di Varese” nel 2004).

L’incontro con il chitarrista Livio Gianola che lo accosta al mondo del flamenco sfocia in tours ed esibizioni nei più prestigiosi teatri del mondo, dalla Spagna al Giappone, collaborando con i più importanti ballerini del settore (Antonio Canales, Rafael Amargo, Lola Greco).

La sua lunga collaborazione con Stefano Parrino e l’Albatros Ensemble porta le sue composizioni in importanti sale da concerto di tutto il mondo, dal Sud America alla Russia, fino in Cina.

Nel 2007 pubblica “Sei studi sulla respirazione circolare”, poi nel 2012 “Sonatina” per flauto e pianoforte (entrambi per Edizioni Musicali Sinfonica). Sempre nel 2012 collabora con Silvia Tuja e Mariateresa Lietti in “Leggere e improvvisare” (Collana Siem – Edizioni Musicali Carisch).

Dal 2002 dirige stabilmente l’Orchestra Giovanile di Cantù, oltre ad aver diretto l’Orchestra Filarmonica di Bacau, l’Orchestra Sinfonica del Lario e l’Orchestra Sinfolario (ora Como Lake Philarmonic Orchestra).

Da diversi anni l’interesse per il bansuri lo avvicina sempre più allo studio della musica indiana, iniziando con Lorenzo Squillari, seguendo lezioni al corso di “Tradizioni musicali extraeuropee ad indirizzo indologico” del Conservatorio di Vicenza, per poi approfondire lo studio dei Raga con Nicolò Melocchi ed intraprendere viaggi in India, presso i “Gurukul” del Grande Maestro Hariprasad Chaurasia a Mumbai e Bhubaneswar.

 .